SALMO ~ 16/03 Bologna

1984.
Viene al mondo d’estate.
Dio gli parla nel sonno.
Lui è SALMO.

Stiamo poco, troppo poco, perchè fosse per noi rimarremmo ad ascoltare un live di tutta la sua discografia.
Cresce l’attesa,in questo sabato pomeriggio, nel parcheggio dell’Unipol Arena di Bologna.
Dall’esterno il pubblico sembra essere di quello delle grandi occasioni.
L’evento è sold out e noi siamo carichi di aspettative e voglia di spaccare.
C’è la necessità di smaltire la valanga di tortellini in brodo e caraffe di birra che hanno accompagnato questo, insolitamente caldo, sabato bolognese.
I più anziani del gruppo hanno paura di non poter reggere lo sforzo fisico di un live del genere, visto l’età del pubblico abbastanza bassa.
Le porte dell’Unipol Arena si aprono alle 19 in punto, dopo aver ritirato i biglietti, ci dedichiamo al classico rituale del Campari+Moretti, immancabile in certe occasioni.
L’inizio del concerto è previsto per le 21, alle 20 ci sembra il momento propizio per entrare e lo spettacolo che ci si pone davanti è un palazzetto gremito di persone, di ogni età, genere, derivazione sociale, tra cui cerchiamo il buco perfetto dove infilarci e dar inizio alla festa!
Tra una maledizione e un’altra lanciate a tutti quelli che hanno scambiato la venue per una stanza fumatori e nella nebbia degli stessi fumi, ad un tratto, l’inconfondibile intro di 90MIN ci spacca i timpani: ci siamo!
Il posto esplode in un marasma di persone in visibilio, sarà per il set-up monumentale del palco, sarà anche per i 6 membri della band che lo accompagnano o forse perchè il SALMO a rappare live è ancora meglio che in studio.
Tra un Mic Taser e un PXM, un grande circle pit durante Hellvisback,Disobey e un imprevedibile stage diving sul pubblico, noi ci siamo ritrovati quasi in prima fila e avremmo sfondato le transenne se avessimo potuto! E quando pensavamo di aver raggiunto l’apice, ecco che spunta fuori sulle note di Dispovery Channel, l’unico e inimitabile Nitro in tuta acetata arancione a fare da ciliegina sulla torta.
Dopo 2 ore di live ce ne andiamo con il cervello un po’ annebbiato, i polpacci ridotti in poltiglia ma il cuore pronto alla serata……o forse no, abbiamo dato tutto con questo concerto e ci accontiamo che “Dio mi parla nel sonno, dice divide le masse, conquista la folla come S.A.L.M.O.” (is that a crossover episode?)

Scaletta:

  • 90Min
  • Mic Taser
  • Stai Zitto
  • Ricchi e Morti
  • Giuda
  • Io sono qui
  • Perdonami
  • L’alba
  • Cabriolet
  • Tiè
  • PxM
  • Russell Crowe
  • S.A.L.M.O.
  • Ora che fai?
  • Disobey
  • Lunedì
  • Medley (Ho paura di uscire, Esagero, Venice Beach, La prima volta, Killer game, Estate dimmerda, Hellvisback)
  • Dispovery channel
  • Sparare alla luna
  • 1984
  • Il cielo nella stanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *