I migliori album del 2018 ~ Dentro i confini

best, album, 2018, italiani

Colle der Fomento – Adversus
“Il trio romano torna con il suo rodato funk romano. Anni di attesa sono stati ripagati con la giusta ricompensa”

Salmo – Playlist
“Passare da frivolezze ad argomenti più impegnati, con delle basi semplicemente spaziali è uno dei punti di forza di questo lavoro”

Cosmo – Cosmotronic
“Questo album riesce a far ballare il pubblico con un misto tamarraggine mista a nostalgia discotecara”

Any Other – Two, Geography
“Il vecchio indie rock di Adele lascia spazio ad un cantautorato, più d’oltreoceano che nostrano, tutto personale.
Delicato, raffinato ma allo stesso tempo potente e coinvolgente.
Ottimo album per una ragazza che sa scrivere e comporre”

Calcutta – Evergreen
“Il Dio dell’indie è tornato e non sarete di certo voi a fermarlo”

Rancore – Musica per Bambini
“Nel lustro della Trap un album rap così bello, vario e potente lo aspettavamo da molto.
Rancore merita di più di quello che sta raccogliendo dal nostro paese”

Giardini di Mirò – Different Times
“La, ormai storica band italiana, riesce mantenere altissimo il livello delle sue produzioni nonostante i tanti anni di carriera alle spalle”

Maria Antonietta – Deluderti
“La ragazza è cresciuta e maturata. Nel nuovo album notiamo una leggerezza pop autentica senza però discostarsi troppo dalla sua indole punk”

Calibro 35 – Decade
“Nuove colonne sonore da ascoltare a tutto volume.
Nuovi arrangiamenti variegati con l’aiuto in studio di un’orchestra.
Il risultato è un album di grandissimo spessore”

Nu Guinea – Nuova Napoli
“Il classico che si mescola con il nuovo. Una miscela variopinta e ben studiata di generi.
Sicuramente il disco italiano più particolare ed intrigante”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *